MENO SPRECHI A IBIZA

Il Consell d'Eivissa ha fatto il punto sulla gestione dei rifiuti nell'isola. Entrambi nella raccolta differenziata dei rifiuti urbani, come nell'ingresso dei rifiuti in discarica, è prevista una riduzione che ci pone ai livelli di dieci anni fa.

Sottolineano che la disoccupazione dell'attività si traduce in percentuali di declino molto considerevoli, come ad esempio nel caso della frazione vetro, che è caduto a 42,02% in 2020 riguardo a 2019, o la discesa generale di a 32,71% della raccolta differenziata, con diminuzioni generalizzate anche nella raccolta di carta e cartone e imballaggi. Così, Se in 2019 Sono stati raccolti 24.396,50 tonnellate di rifiuti urbani, in 2020 Sono stati 16.416,04 si tonnellate. A ciò si aggiunge anche la diminuzione della ricezione dei rifiuti presso la discarica di Ca na Putxa, fino a un 25,70% Di meno, diminuzione causata anche dalla paralisi dell'economia e dalla chiusura di stabilimenti per l'impatto del COVID-19. D'altro canto, è aumentata la raccolta dei detriti di potatura e giardinaggio a 10,37%, frazione che d'ora in poi sarà considerata materia prima e non rifiuto, dall'avvio dell'impianto in quanto materiale necessario per il processo di trattamento della frazione organica e produzione di compost.

Altre azioni sviluppate in 2020 sono l'approvazione definitiva del Piano settoriale per la prevenzione e la gestione dei rifiuti non pericolosi sull'isola di Eivissa, la pubblicazione della Roadmap per la transizione energetica di Eivissa, o l'inizio degli studi per la redazione del Regolamento Insulare dell'Inquinamento Luminoso. Il miglioramento nella gestione dei parassiti delle zanzare, offerte didattiche con laboratori ambientali nei centri educativi, partecipazione a campagne come 'Glass for Posidonia’ oppure "Ricicla il vetro per loro’ di Ecoembes, e attività specifiche per la Giornata delle Isole Baleari o la Settimana europea per la prevenzione dei rifiuti.

D'altro canto, il Consiglio di Ibiza aiuterà, attraverso un accordo, ai comuni con 4.400.000 euro in modo che gli enti locali, e di fronte alla situazione di crisi derivata da COVID-19, può aiutare i cittadini riducendo il costo fiscale dei rifiuti. Ciò che si intende con questo provvedimento è alleviare l'aumento che era stato previsto quest'anno nelle entrate dei rifiuti a causa dell'avvio dell'impianto di triage

Vuoi conoscere l'agenda della cultura e del tempo libero di Ibiza?

Clicca qui

 

Ibiza-Click.com

IL PORTALE DELLA CULTURA E TEMPO LIBERO più visitate del IBIZA

Il Consell d'Eivissa ha fatto il punto sulla gestione dei rifiuti nell'isola. Entrambi nella raccolta differenziata dei rifiuti urbani, come nell'ingresso dei rifiuti in discarica,…